Google doodle celebra la nascita di Jorge Luis Borges

JORGE LUIS BORGES FESTEGGIATO DA GOOGLE – Oggi con il suo logo dedicato Google festeggia il 112° anniversario dalla nascita di Jorge Luis Borges, una delle più grandi figure del mondo letterario argentino. Considerato padre indiscusso della nuova letteratura latinoamericana, Borges sarà ricordato come colui che dopo anni trascorsi in Europa dette vita ad un nuovo movimento letterario argentino inspirato all’”ultraismo”. Il suo primo libro, intitolato “Fervore di Buenos Aires”, segue le orme di queste nuove tendenza, al quale seguirono altre raccolte di poesie come, ad esempio, “Luna di Fronte” del 1925.

Nonostante la fama di grande poeta Jorge Luis Borges è conosciuto soprattutto per i suoi racconti. Tra le sue più famose raccolte spiccano “Storia universale dell’infamia”, uscita nel 1935, “Finzioni”, del 1944, “L’Aleph”, pubblicata nel 1949, “L’Artefice”, del 1960, e “Manuale di zoologia fantastica.

Oltre ad essere lo scrittore, Borges è stato anche il professore. Nel 1967 e 1968 l’Università americana di Harvard lo invitò a tenere una serie di conferenze sulla letteratura argentina, italiana, inglese e tedesca.

Jorge Luis Borges ricevette numerosi riconoscimenti fra i più importanti ci sono: il Premio Nazionale di Letteratura del 1957, Premio internazionale degli editori del 1961, il premio Formentor del 1969, il Premio Cervantes nel 1979 e il Premio Balzan del 1980.

Lo scrittore argentino morì il 14 giugno 1986 a Ginevra in seguito ad un cancro al fegato.

Annunci

Simplemente Amor #24HsDeLetrasYPoesia

ANGOLO DI POESIA- Tra le pagine di un blog dedicato alla poesia in lingua spagnola hanno pubblicato un mio poema chiamato “Semplicemente amore”.

 

Simplemente Amor #24HsDeLetrasYPoesia.

Studente modello fa ricorso al TAR per una lode mancata

 

 

 

 

 

 

ESAME DI MATTURITA VA ‘MALE’, STUDENTE VA PER LE VIE LEGALI – A chi non è mai successo di sentire di aver subito un torto. A molti. Vi ricordate i tempi di liceo, quando magari prendevate un voto minore di quello che credevate di meritare e vi veniva la voglia di sfidare il professore, magari anche di fargli causa. Ma alla fine lasciavate correre, tanto, prima o poi il vostro rancore andava in dimenticatoio.

Un ragazzo giovane, un italiano studioso, ha fatto diversamente. Ha deciso di combattere. Molti di suoi coetanei avrebbero accettato con gioia il resultato scolastico, pronti per fare le vacanze con serenità, ma lui, Carmelo Sferrazza studente diciottenne da Canicattì, Agrigento a vacanza ha preferito le aule del tribunale.  Il punteggio ottenuto all’esame di maturità al liceo scientifico “Antonio Sciascia” non l’aveva soddisfatto e ha deciso di sfidare chi,  a suo avviso, gli aveva mancato di rispetto dandogli un voto che era al di sotto delle sue aspettative.

Tutto inizia con quell’esame, terminato con il successo assoluto, e il punteggio massimo: 100. Al giovane originario di Castrofilippo, nell’Agrigento, questo non è bastato. Voleva di più. Voleva anche la lode che credeva di meritare e così che ha deciso di iniziare la battaglia legale. Il neo diplomato, tramite un avvocato, ha presentato un ricorso al Tar di Palermo,  sostenendo di essere danneggiato e ha citato in giudizio il ministero dell’Istruzione, l’Ufficio scolastico provinciale di Agrigento, il suo liceo e la Commissione d’esame.

Se tutti gli studenti fossero così.

 

 

 

Che paura Mr Bean: Il famoso attore sfiora la morte

ROWAN ATKINSON SFIORA LA MORTE – Che combini Mr. Bean? Ci verrebbe da dire ma non si tratta della famosa serie tv britannica bensì del suo attore, un appassionato delle auto veloci, che giovedì sera se l’ha vista proprio brutta. Il popolare attore Rowan Atkinson è finito in ospedale dopo un terribile incidente al volante della sua McLaren F1, mentre si trovava a Haddon, nell’est Inghiliterra.  Il famoso Mr Bean, simpatico e un po’ imbranato protagonista di vari film comici che tutti noi amiamo tanto, si è schiantato ad alta velocità con la sua supercar, riportano i giornali britannici che hanno diffuso la notizia.  Dopo un volo incredibile conclusosi contro un albero l’auto ha preso fuoco però per fortuna l’attore è riuscito a tirarsi fuori da solo prima dell’arrivo dei soccorsi. Rowan Atkinson è stato subito trasportato all’ospedale di Peterborough dove i medici gli hanno riscontrato un problema alla spalla. Per fortuna che è finita così, visto i rischi che ha corso, caro Mr. Bean poteva finire anche peggio.

Atkinson è già noto al pubblico non solo per le sue imprese comiche, ma soprattutto per la passione che coltiva per le macchine veloci. Forse pochi lo sanno ma l’attore britannico ha alle spalle anche il passato di corse automobilistiche. Possiede diversi modelli d’epoca, tra cui una Ferrari e un’Aston Martin. Quest’anno ha anche preso parte alla Mille Miglia storica. Purtroppo, non è la prima volta che rischia la vita in un incidente.

Siete sorpresi, ammettetelo. Non ve lo immaginavate così. È un Mr. Bean privato molto diverso da quella che abbiamo tanto amato sui piccoli schermi. È un uomo appassionato Rowan Atkinson, totalmente opposto dal suo personaggio piuttosto maldestro che guidava una semplice e piuttosto tranquilla  Mini verde. Lui, alla tranquillità preferisce la velocità e la sua super machina che sicuramente continuerà a guidare.

Caro Mr. Bean, faccia un po’ d’attenzione, però!

Aiutiamo il popolo somalo..attivati anche tu!

Somalia, situazione al limite – Oggi ci sono tante persone nel mondo che soffrono, che vivono in condizioni disastrose non per la loro scelta. Queste persone, anche se fisicamente molto distanti da noi, hanno dei nomi, dei sogni e speranze come qualunque essere umano del nostro pianeta. Sono loro i protagonisti di oggi, loro cui voce non può non toccare i nostri cuori e le nostre anime. A tutti loro dovremmo dedicare qualche minuto del nostro tempo. Per noi può significare poco per loro invece è molto.

La storia che voglio raccontarvi oggi parla della tragica situazione che colpisce i paesi in via di sviluppo e ci porta nella lontana Somalia dove un bambino su tre è denutrito. Sono circa 10 milioni di persone colpite da siccità e carestia che stanno affliggendo il Corno d’Africa per la scarsità delle precipitazioni degli ultimi due anni e il conseguente innalzamento del prezzo di cibo e acqua. Secondo i dati dell’ONU è la peggiore siccità degli ultimi 60 anni che ha coinvolto 2,6  milioni di persone in Somalia, 3,2 milioni in Kenya, 3.2 in Etiopia, 117 mila in Gibuti, e anche una parte della popolazione in Eritrea. Nell’ultimo mese sono giunti a Mogadiscio almeno 20.000 sfollati di cui molti, soprattutto bambini, soffrono di malnutrizione acuta. I decessi sono purtroppo in aumento. Pensate che un’intera generazione di somali sta scomparendo dalla faccia della terra.

“La situazione umanitaria in Somalia è disastrosa.” Ha dichiarato la scorsa settimana S.E. Monsignor Giorgio Bertin, Presidente dellaCaritas Somalia, amministratore apostolico di Mogadiscio e vescovo di Gibuti. “Nel sud della Somalia – ha aggiunto il prelato – gli effetti della siccità si sommano a 20 anni di vuoto politico e conflitti. Se vogliamo evitare la catastrofe umanitaria occorre agire velocemente.” La parola chiave è proprio agire, e la rete Caritas, che è da anni impegnata nelCorno d’Africa, si è già attivata per dare una chiara ed adeguata risposta a questa crisi. Ma come ogni ente benefico, che collabora con le chiese locali in ambiti diversi, non può fare tutto da sola. Da soli non possiamo fare molto, ma uniti sì che facciamo differenza.

Se ve lo dico è che davvero credo in questa cosa, nell’unità che può rimuovere ogni ostacolo. Uniti si è più forti, ma anche più utili. Anche noi, nel nostro piccolo, possiamo fare qualcosa per questa gente che ha bisogno di aiuto per poter semplicemente vivere, per poter vedere i propri bambini crescere sani e salvi. Un loro sorriso e un semplice grazie vale molto più dei soldi. Non lasciamoli soli. La speranza, dicono, muore per ultima. Noi siamo la loro speranza, il loro oggi e il loro domani. Diamogli un futuro migliore, quello che si meritano. Non importa la cifra data, quello che davvero importi è il gesto fatto dal cuore. Ricordatevelo sempre.

Per sostenere gli interventi in corso (specificando nella causale “Carestia Corno d’Africa 2011”) si possono inviare offerte
DIRETTAMENTE A CARITAS ITALIANA tramite:
– C/C POSTALE N. 347013
offerte sono possibili anche tramite i seguenti canali
– UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119
– Banca Prossima, via Aurelia 796, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474
– Intesa Sanpaolo, via Aurelia 396/A, Roma – Iban: IT 95 M 03069 05098 100000005384
– Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113
– CartaSi (VISA e MasterCard) telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)

ALLA CARITAS DIOCESANA DI CUNEO tramite:
– c/c postale n. 12686119
– c/c bancario 7163 – Banca Regionale Europea, Ag. 1, Via L.Gallo, Cuneo – IBAN IT81L0690610201000000007163
– versamento diretto in orario d’ufficio, presso la sede di Via Amedeo Rossi 28 Cuneo, tel. 0171 605151 (c/o Seminario).

Si noti bene:
solamente le somme versate a Caritas Italiana sono deducibili fiscalmente, a seguito di successivo invio, da parte di quest’ultima, di ricevuta valida ai fini fiscali.

Aiuta oggi perché un giorno forse avrai bisogno anche tu e ci sarà qualcuno a darti una mano.

Viaggiare – l’estate in crociera

Vamonos a Palma de Maiorca! – Sole, bel tempo, caldo, non vi fanno venire la voglia di fare un bel viaggio? A me sì. E oggi, per voi, ho scelto una meta che non solo vi farà girare la testa, vi farà innamorare di quell’isola che nel passato fu il luogo in cui si sono amati il famoso compositore Frederic Chopin e la sua amata George Sand. Si va a Palma di Maiorca!

Non c’è il modo migliore per visitare questa isola meravigliosa che immaginandosi naufraghi o esploratori, circumnavigarla in una crociera da sogno che sarà un’esperienza magnifica che ricorderete per tutta la vita. Per gli amanti dei viaggi in mare, l’isola offre molte suggestioni, è talmente bella che non potrete fare altro che ammirarla.

Ci sono varie possibilità per partire in questo viaggio da sogno. MSC-Mediterraneo, per esempio, parte da Civitavecchia e raggiunge Palma passando per Salerno e la Goulette, prima di proseguire per Marsiglia, Genova ed Alajaccio.  Se volete sapere di più visitate questo sito.  L’altro modo per giungere l’isola è partire con Costa Crociere – Profumi di Mediterraneo, che invece parte da Catania e, dopo Palma, prosegue per Barcellona, Savona e Napoli. Per i dettagli della loro offerta andate qui.

Oltre alle solite società italiane, ci sono pure quelle estere che offrono un servizio diverso, come ad esempio la Royal Carribean. Sulla sua nave Mariner of the seas, la  più giovane della Classe Voyager, in partenza da Genova, potreste passare sette notti incredibili. Questo viaggio, concentrato sull’esperienza di Mediterraneo occidentale alla ricerca di profumi, immagini e sapori, vi lascerà a bocca aperta. Non vi deluderà la natura selvaggia di Ajaccio, i tesori di Barcellona non vi lasceranno indifferenti, e in più vi divertirete da matti sulle spiagge di Palma di Maiorca. Il viaggio, inoltre, prevede tante escursioni durante le quali potrete esplorare il grande patrimonio artistico e culturale dalla città, partendo dai bastioni del Castello Bellver fino alla Cattedrale La Seo, la seconda cattedrale gotica più grande del Paese.  Di questo percorso fa parte anche il vicino villaggio di Valldemosa, famoso per l’antico monastero reale della  Cartuja, lo stesso vilaggio in cui Chopin e la Sand trovarono, oltre alla passione, anche la loro ispirazione.

L’estate, si sa, fa venire a tutti noi la voglia di fare un viaggio, e perché no andare proprio a Palma de Maiorca. Se non dovessi lavorare, ci andrei volentieri. Chissà, forse l’estate prossima.

Buon viaggio.

Leggo.libri

Quando non sai cosa leggere

A buzzing box of thrilling thoughts

Traduzione, scrittura, sperimentazioni linguistiche e collaborazioni

thebookworm

Dei libri letti e non solo

Studiolo Barese

Le mie passeggiate a Levante

orsobianco

Il mio secondo blog nascosto

Sergio M. Ottaiano

Scrittore indipendente

CIOCCOLATOELIBRI

Libri, interviste e altre cose senza senso