Libri: Tango alla fine del mondo

Tango_alla_fine

Era da tempo che un libro non mi prendeva in quel modo, da togliermi sonno di notte in attesa di leggere il seguito. Quando lessi la recensione di questo romanzo feuilleton, qualcosa si era mosso dentro di me che mi sono detta: Lo voglio! Non conoscevo l’autore, Diego Cugia, ma una vocina continuava a dirmi che dovevo conoscerlo. Quando una notte sognai di entrare in libreria per comprare “Tango alla fine del mondo”, questo è il titolo del romanzo, mi sono resa conto di essere “cotta” così un bel pomeriggio comprai l’ebook.

Ogni libro è come una specie di veicolo, che con le ruote fatte dalle sensazioni e parole scritte è capace di portarti in qualsiasi luogo del mondo. Grazie a un autista della lingua tagliente, scrittura brillante e pulita, ho potuto visitare la Sicilia, la bellissima Isola delle Femmine dove abita la famiglia Maggio, i protagonisti di questa storia passionale, emozionante, a volte distruttiva ma forte. Michele, il capostipite, contrario al regime viene cacciato dalla sua piccola proprietà per aver manifestato contro le tasse ed è costretto ad emigrare ad altro capo del mondo, in Argentina – la terra promessa dell’epoca. Sulla sua strada Michele incontra don Tano Calò, un agente marittimo piuttosto spietato e crudele, nonché il sfruttatore della povera gente in difficoltà. Lo squalo di Tano vende a Michele e alla sua famiglia, moglie Caterina e due gemelle Olivia e Diana, una fazenda a Buenos Aires, e i biglietti per piroscafo che porterà i Maggio nel Nuovo Mondo dove si aspettano di trovare una casa bellissima, e invece scopriranno di essere truffati ed ingannati. Al momento della partenza Michele scopre che manca il biglietto di Diana, una ragazza ribelle ed anticonformista, ed è costretto, a suo malgrado, a lasciarla a terra convinto della buona fede di Tano che promette di accompagnare la ragazza dalla zia. Ma, come in ogni storia, ci sono buoni e i cattivi, e Tano, ossessionato dalla ragazza, la sequestra e la riduce in schiavitù.

Il viaggio poi prosegue nel Nuovo Mondo, dove allo spagnolo si mescolano varie lingue, la ricchezza promessa è solo un sogno bucato, e i Maggio, costretti ad affrontare la dura realtà, si rimboccano le maniche per ricominciare da capo. Michele trova lavoro al mattatoio della capitale, e se le sue giornate sono alle insegna della fatica, le sue notti si colorano di magia e di suoni di una danza nuova e sensuale che inventerà insieme ad altri emigranti frequentatori del locale portuale chiamato Bandonéon: tango. Proprio tra le mura di quel luogo Miguel, è così che lo chiamano argentini, conosce una signora di classe, Blanca Flores, che destino vuole la moglie del proprietario del mattatoio. Tra i due, sarà destino o la colpa di quelle note sensuali che li avvolgono in un abbraccio passionale, nasce un forte sentimento, una passione sfrenata che non riescono a sconfiggere né a combattere.

Nel frattempo, si ritorna nella Sicilia, dove Diana riesce finalmente a sfuggire al suo aguzzino. È una donna ferita, amareggiata, che non dimentica il male che le è stato fatto, non solo da Tano, ma soprattutto da quel padre che lei ha amato tanto e che senza battere un ciglio l’ha abbandonata al suo destino crudele. Diana è però soprattutto una donna forte, capace di rialzarsi dopo ogni caduta. Parte anche lei verso il Nuovo Mondo ma non per raggiungere la famiglia, come aveva sognato e sperato, ma per fare i conti con il suo nemico. Nella sua testa nasce un piano perfetto, una vendetta perfetta ai danni di quel padre non poi tanto diverso da lei. Anzi, sono uguali. Riuscirà nel suo intento? Forse sì forse no. Le vie di un romanzo sono imprevedibili. E poi, non posso svelarvi tutto, no?

Quello che posso dire è di aver amato molto questo romanzo. C’erano momenti in cui litigavo con i personaggi, come se avessi potuto cambiare il corso della storia. Ce l’avevo con Cugia. Ce l’ho ancora, me è un effetto positivo, vorrà dire che il libro è riuscito nel suo intento: sconvolgere e coinvolgere lettore dalla prima alla ultima pagina. Lo straconsiglio.

 

Annunci

Info Emy
Mi chiamo Emina. Vengo dalla Serbia però vivo in Italia dal settembre 2000. Sono laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche ed ho un master in Studi Est-Europei. Per molto tempo ho cercato di trovare me stessa, la mia vocazione. Dal 2010 credo di averla finalmente trovata. La mia vera passione è sempre stata la scrittura. Dopo aver pubblicato il mio primo romanzo "Il virus balcanico" in Serbia nel 2009, ho passato dei momenti bui. Più che altro si è trattato di una vera crisi esistenziale. Ora ho capito che la mia strada, oltre di quella di scrittrice che non abbandono, è il giornalismo. Lunga strada da percorrere ma importante è iniziare. E io l'ho già fatto. Ho collaborato per un anno e tre mesi con una rivista di lifestyle e moda di Belgrado. Dal luglio 2011 ad aprile 2012 ho collaborato con la rivista italiana online "Che donna". Dal febbraio 2012 fino all'estate del 2013 ho collaborato con un portale serbo dedicato alle donne, "Quello che le donne vogliono". A luglio 2012 sono arrivata a fare la giornalista per una rivista italo - americana, registrata a Tampa nella Florida, chiamata "Italian heritage magazine". Per un anno ho collaborato con l'associazione Trentino Balcani alla realizzazione del blog progetto "60 storie". Nel tempo libero cerco di scrivere il mio primo romanzo in italiano. Contenta e felice di quello che faccio. Andiamo avanti con sorriso, umiltà e felicità.

4 Responses to Libri: Tango alla fine del mondo

  1. newwhitebear says:

    Una bella recensione e ottima pubblicità per questo autore, sconosciuto anche per me, e il relativo libro. Tentato di comprarlo ma anche tentato di non fsrlo. Perché? L’arretrato libresco sta assumendo dimensioni bibliche (sono quasi 500 tra carta e ebook che aspettano la lettura).

  2. Pingback: Libri: Lezione di tango | Il mondo intorno a me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Leggo.libri

Quando non sai cosa leggere

A buzzing box of thrilling thoughts

Traduzione, scrittura, sperimentazioni linguistiche e collaborazioni

Destinazione Libri

"Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita:la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni:n c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia e quando Leopardi ammirava l'infinito...perchè la lettura è un'immortalità all'indietro" cit..Umberto Eco Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali

thebookworm

Dei libri letti e non solo

Studiolo Barese

Le mie passeggiate a Levante

orsobianco

Il mio secondo blog nascosto

Sergio M. Ottaiano

Scrittore indipendente

CIOCCOLATO&LIBRI

Libri, interviste e altre cose senza senso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: