La vita

vita

Ripartire da zero è come nascere di nuovo. Lasciare alle spalle le cose negative e ricominciare usando solo quelle nuove. È un po’ come quando arriva il cambio di stagione e ci mettiamo a fare le pulizie nell’armadio. Impacchettiamo i pesanti maglioni invernali e i capotti insieme ai capelli e alle sciarpe e li scambiamo con le giacche leggere, oppure con i maglioncini a maniche corte, o con le camicie a tre quarti. Non importa con cosa, quello che è importante è il cambio in sé. È con il cambio d’abito, ci cambiamo anche noi. Si cresce, si impara, si diventa grandi. Di un tratto non siamo più i ragazzini che amano il divertimento, un po’ irresponsabili. Diventiamo uomini, adulti e più che altro responsabili. Non c’è più quell’io, che inevitabilmente diventa un noi. Noi due, noi tre o quattro. Che importa il numero. È un semplice noi. E con noi cambia tutto. Cambia la vita.

Spesso mi sono chiesta se siamo noi a scegliere la vita o è lei che sceglie noi alla sua immagine e somiglianza. Qualcuno vive una vita tranquilla, gioiosa. Altri vedono la vita come una costante battaglia da vincere. Alcuni sono felici, altri meno felici. Nessuno ha la vita uguale alla vita di un altro. Tutte le vite hanno qualcosa di autentico, unico. D’altronde, se fossimo tutti uguali, sarebbe palesemente noioso. Ci si soffre, ci si gioisce, ci si ama. Si vive una sola volta, e di questo bisogna approfittare sempre. Senza esagerare, ovvio. La vita è un dono prezioso. Bisogna che ci prendiamo cura di lei, al massimo.

Alla fine sono arrivata alla conclusione che è la vita che sceglie noi che siamo parte di un grande disegno che alcuni chiamano il destino. E il destino sulla strada della mia vita ha portato sempre tante cose; tanti dispiaceri ma anche molti piaceri. Tante scelte sono state prese nel corso di questi lunghi 34 anni, alcune giuste, altre meno. Importante è non negare quello che si è stati nel passato. Se tornassi indietro forse cambierei qualcosa, ma non rinnego quella giovane donna che ha sempre fatto quello che a tal momento riteneva fosse il suo desiderio.

La vita che ha dato tanto e continuerà a darci ancora molto. La vita che ci ha scelti per farci percorrere una strada già disegnata per noi. La vita che una parola precisa disegna al meglio: (ri)nascere. Ripartire da zero per scoprire tante cose nuove insieme. Sono pronta per le nuove sfide, ovunque esse mi porteranno dando sempre grazie alla vita e alle persone importanti che ne faranno sempre parte.

Annunci

Info Emy
Mi chiamo Emina. Vengo dalla Serbia però vivo in Italia dal settembre 2000. Sono laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche ed ho un master in Studi Est-Europei. Per molto tempo ho cercato di trovare me stessa, la mia vocazione. Dal 2010 credo di averla finalmente trovata. La mia vera passione è sempre stata la scrittura. Dopo aver pubblicato il mio primo romanzo "Il virus balcanico" in Serbia nel 2009, ho passato dei momenti bui. Più che altro si è trattato di una vera crisi esistenziale. Ora ho capito che la mia strada, oltre di quella di scrittrice che non abbandono, è il giornalismo. Lunga strada da percorrere ma importante è iniziare. E io l'ho già fatto. Ho collaborato per un anno e tre mesi con una rivista di lifestyle e moda di Belgrado. Dal luglio 2011 ad aprile 2012 ho collaborato con la rivista italiana online "Che donna". Dal febbraio 2012 fino all'estate del 2013 ho collaborato con un portale serbo dedicato alle donne, "Quello che le donne vogliono". A luglio 2012 sono arrivata a fare la giornalista per una rivista italo - americana, registrata a Tampa nella Florida, chiamata "Italian heritage magazine". Per un anno ho collaborato con l'associazione Trentino Balcani alla realizzazione del blog progetto "60 storie". Nel tempo libero cerco di scrivere il mio primo romanzo in italiano. Contenta e felice di quello che faccio. Andiamo avanti con sorriso, umiltà e felicità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Leggo.libri

Quando non sai cosa leggere

A buzzing box of thrilling thoughts

Traduzione, scrittura, sperimentazioni linguistiche e collaborazioni

Destinazione Libri

"Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita:la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni:n c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia e quando Leopardi ammirava l'infinito...perchè la lettura è un'immortalità all'indietro" cit..Umberto Eco Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali

thebookworm

Dei libri letti e non solo

Studiolo Barese

Le mie passeggiate a Levante

orsobianco

Il mio secondo blog nascosto

Sergio M. Ottaiano

Scrittore indipendente

CIOCCOLATO&LIBRI

Libri, interviste e altre cose senza senso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: